1_tetris

Tetris, il gioco elettronico con i mattoncini che cadono dal cielo, può ridurre la dipendenza da droga. Sarà vero??

L’Università britannica di Plymouth ha reso noto il risultato di una ricerca innovativa, condotta su 31 studenti (tra i 18 e i 27 anni di età) con storie di tossicodipendenza. A questi sono stati proposti vari metodi di rilassamento, tra cui l’ascolto di musica e, per l’appunto, il videogioco del Tetris. Nell’arco di una settimana, i partecipanti dovevano segnalare se avevano desiderio di bere, fumare o assumere altre droghe. Successivamente i volontari sono stati invitati a giocare 3 minuti a Tetris quando provavano il desiderio di bere o fumare, così da poter rilevare se, come e quanto l’attività ludica diminuisse l’intensità dei desideri compulsivi. Il risultato ha indicato che chi preferiva giocare a Tetris, rispetto ad altri svaghi (compresi altri videogiochi), sentiva calare il desiderio di droghe del 14% circa, quasi un quinto. Occorrono verifiche e un campione più esteso per stabilire se e quanto il metodo funzioni. Il Tetris rilasserebbe la mente al punto da deconcentrarla da desideri, altrimenti insopportabili. Attenzione però perché anche il gioco crea dipendenza, a meno che questa regola non valga per Tetris..

Andrea Stifini
Associazione INdipendenza